Locandina orizzontale 2

Da grande farò il curatore

Nella bella cornice del Lago d’Orta, ad Ameno, sta per aprirsi un corso specialistico per diventare curatore.

L’organizzatore dell’iniziativa a cui parteciperò come relatore è Asilo Bianco.
Ecco la sua mission:

Asilo Bianco
arte relazionale per luoghi dimenticati

È una piattaforma di lavoro per rigenerare luoghi dimenticati e per far germogliare la cultura di un territorio attraverso i semi dell’arte contemporanea. Nasce per creare nuovi mondi, magici e poetici, a partire dal confronto con lo scarto, con ciò che è abbandonato, buttato, dimenticato.

Asilo Bianco è il gesto generativo di un’artista – Enrica Borghi – che ha sviluppato un processo artistico multiforme, magmatico, nomade e rizomatico.

Il seme principale è quello dell’arte contemporanea, che dialoga costantemente con altre discipline e altri mondi. Nascono nuovi germogli con rinnovata vitalità: da qui il rizoma, che si sviluppa in modo orizzontale. Un acceleratore di particelle, con progetti che a volte si intrecciano, altre volte viaggiano paralleli.
Così facendo Asilo Bianco valorizza la comunità e il paesaggio creando consapevolezza sociale.

Qui trovate invece le indicazioni necessarie per iscriversi e a seguire il programma con i partecipanti e gli orari:

0001
0002

Comments are now closed for this article